TECARTERAPIA

Il termine TECAR è un acronimo di Trasferimento Energetico Capacitivo e Resistivo, ed è un tipo di terapia fisica strumentale che ha avuto molto successo negli ultimi anni in fisioterapia. Fa parte della termoterapia e va a sfruttare in maniera terapeutica il principio fisico del condensatore, inducendo all’interno dei nostri tessuti, un movimento alterno di attrazione e repulsione, delle cariche elettriche già presenti nel nostro organismo. Producendo calore senza somministrazione di energia radiante radiante dall’esterno a differenza delle altre terapie già presenti in ambito fisioterapico.

Come funziona

Lo strumento è composto da un generatore di corrente elettrica alternata, a questo è collegato un manipolo, che funge da primo elettrodo e da un elettrodo mobile, costituito da una piastra che viene posizionata a contatto col corpo del paziente. L’operatore passerà il manipolo nella zona del trattamento, come una sorta di massaggio, ciò è facilitato dall’applicazione di una crema conduttrice che favorisce il movimento di cariche elettriche già presenti nei tessuti trattati.

Esistono due modalità di applicazione:

Capacitiva: con azione specifica maggiormente in superficie sui tessuti molli, sistema vascolare e linfatico

Resistiva: con azione più in profondità sui tessuti osseo, cartilagineo e tendineo.

EFFETTI

Gli effetti biologici variano a seconda del grado energetico a cui lo strumento è stato impostato, lavorando in Atermia (basso livello energetico), Medio-termia (livello energetico intermedio) o Ipertermia (alto livello energetico). L’azione della tecar avverrà:

sul circolo arterioso, venoso e linfatico, aumentando da una parte l’afflusso di sostanze nutritizie e ossigeno ai tessuti e dall’altra lo smaltimento dei prodotti di rifiuto e l’assorbimento di eventuali versamenti o liquidi in eccesso.

sul potenziale di membrana delle cellule, andando a normalizzare gli squilibri elettrolitici presenti nelle cellule dei tessuti sofferenti, in particolar modo sui recettori del dolore(nocicettori), ristabilendo un’adeguata permeabilità delle membrane.

sul metabolismo, aumentando le reazioni metaboliche del nostro organismo, favorendo la produzione di ATP e accellerando i processi di guarigione dei tessuti.

Producendo un effetto:

BIOSTIMOLANTE

ANALGESICO

ANTIINFIAMMATORIO

ANTIEDEMIGENO

INDICAZIONI

Il trattamento con tecar può essere utile per il recupero da numerosi infortuni come: distorsioni, lesioni muscolari, contusioni, tendiniti, borsiti, lesioni tendinee, dolori vertebrali, artrosi, esiti di fratture e nella riabilitazione post-chirurgica.

CONTROINDICAZIONI

La tecarterapia presenta poche controindicazioni, quelle assolute sono la presenza di pacemaker o dispositivi elettronici impiantati, la gravidanza e la presenza di patologie tumorali.